giovedì 30 aprile 2009

ci sarai










Ci sarai

(Francesco Renga)



Come una fotografia
Dai contorni incerti
é questa vita
La mia

La trovo in un cassetto
E poi ogni giorno
Dentro gli occhi tuoi

Se vuoi

Parlami di come la fortuna aspetta
E tienimi tra le tue braccia
Ancora per un po'

Dimmi che tu ci sarai
Quando il tempo su di noi
Avrà ormai lasciato
Segni che non vuoi
Dimmi che tu ci sarai
Quando la malinconia
Vestirà i ricordi
Della vita mia

Toglierò la polvere
Laverò le lacrime
Che tu
Non vuoi

Ogni goccia
é una poesia
Che non ho sentito andare via

Se puoi

Spiegami le cose che non ho capito
E svegliami se senti freddo
Vedi, sono qua

Dimmi che tu ci sarai
Quando il tempo su di noi
Avrà ormai lasciato
Segni che non vuoi
Dimmi che tu ci sarai
Quando la malinconia
Vestirà i ricordi
Della vita mia

Le cose che non voglio perdere
Volti che non ho rivisto mai
Le parole dette e poi
Quelle che ho nascosto
E che non sai

E non stancarti mai
Dimmi che tu ci sarai
Quando il tempo su di noi
Avrà già lasciato
Segni che non vuoi










martedì 28 aprile 2009

se io se lei












Se io se lei

(Biagio Antonacci)



Se io, fossi stato un po' meno distante
un po' meno orgoglioso
se lei fosse stata un po' meno gelosa
un po' meno nervosa un po' meno che
ma se io se lei se io se lei se io se lei
ma se noi avessimo dato all'amore
la giusta importanza
l'impegno e il valore se noi
amare vuol dire anche a volte annullarsi
per dare qualcosa in più,
ma se io se lei se io se lei,

Se io, se lei
adesso dove sei
sotto quale cielo pensi al tuo domani ma
sotto quale caldo lenzuolo
stai facendo bene l'amore
sono contento ama....ama e non fermarti
e non avere nessuna paura
e non cercarmi dentro a nessuno
se io.... se lei

Se io quando finisce c'è sempre chi chiude la porta
e chi invece sta male,
se lei, chi ha sbagliato alla fine non conta...
conta solo che adesso non so' più chi sei

se io se lei
adesso dove sei
sotto quale cielo pensi al tuo domani ma
sotto quale caldo lenzuolo
stai facendo bene l'amore
sono contento ama ama e non fermarti
e non aver nessuna paura
e non cercarmi dentro a nessuno

se io, se lei
sono contento ama
AMA e non fermarti
e non cercarmi dentro a nessuno
e non aver nessuna paura
se io se lei
adesso con chi sei?











domenica 26 aprile 2009

la voce della luna












La voce della luna

(Alex Baroni)



Ti vorrei come sei,
se ogni volta saprai,
darmi di più
e non farmi il muso mai,
anche se ti annoierò,
coi discorsi di noi.

Ti amerei come sei,
e non ti cambierei,
anche se tu
per confondermi di più,
mi dirai che non lo sai,
quanto bene mi vuoi.

La voce della luna ti racconterà
mille cose di te e di me
la voce della luna ti accarezzerà
fino a quando sarai qui con me.

Ti convincerà,
che puoi,
sentire il mio respiro se vuoi
la voce della luna ti riscalderà
fino a quando sarai qui con me.

Nel mio mondo vivrei,
la mia parte farei ma capirò,
se abbracciarti o andare via,
per tornare su di noi
quando so che lo vuoi.

La voce della luna ti racconterà
mille storie di te e di me
la voce della luna ti accompagnerà
fino a quando sarai qui.

Dimmi quanto manca,
quanta strada devi fare,
per raggiungermi,
sto aspettandoti
pensami più forte,
dammi un segno,
fammi rallentare i battiti
che ti inseguono,
per poi stringerti e
dopo non lasciarti mai.

La voce della luna ti accarezzerà
fino a quando ti porterà qua
la voce della luna ti accompagnerà
fino a quando sarai qui con me

sarai qui con me












giovedì 23 aprile 2009

another brick in the wall












Another Brick in The wall

(Pink Floyd)



We don't need no education
we don't need no thought control
No dark sarcasm in the classroom
Teachers leave the kids alone
Hey teacher leaves the kids alone
All in all its just another brick in the wall
All in all you're just another brick in the wall

We don't need no education
we don't need no thought control
No dark sarcasm in the classroom
Teachers leave the kids alone
Hey teacher leaves the kids alone
All in all its just another brick in the wall
All in all you're just another brick in the wall











martedì 21 aprile 2009

hotel california










Hotel California

(Eagles)



On a dark desert highway, cool wind in my hair
Warm smell of colitas, rising up through the air
Up ahead in the distance, I saw a shimmering light
My head grew heavy and my sight grew dimmer
I had to stop for the night.

There she stood in the doorway;
I heard the mission bell
And I was thinking to myself
'This could be heaven or this could be Hell'
Then she lit up a candle and she showed me the way
There were voices down the corridor,
I thought I heard them say...

Welcome to the Hotel California
Such a lovely place (such a lovely place)
Such a lovely face.
Plenty of room at the Hotel California
Any time of year (any time of year) you can find it here

Her mind is Tiffany-twisted, she got the Mercedes bends
She got a lot of pretty, pretty boys, that she calls friends
How they dance in the courtyard, sweet summer sweat
Some dance to remember, some dance to forget

So I called up the Captain,
'Please bring me my wine'
He said, 'we haven't had that spirit here since nineteen sixty-nine'
And still those voices are calling from far away,
Wake you up in the middle of the night
Just to hear them say...

Welcome to the Hotel California
Such a lovely place (such a lovely place)
Such a lovely face.
They livin' it up at the Hotel California
What a nice surprise (what a nice surprise), bring your alibis

Mirrors on the ceiling,
The pink champagne on ice
And she said, 'we are all just prisoners here, of our own device'
And in the master's chambers,
They gathered for the feast
They stab it with their steely knives,
But they just can't kill the beast

Last thing I remember, I was
Running for the door
I had to find the passage back to the place I was before
'Relax' said the night man,
'We are programmed to receive.
You can check out any time you like,
But you can never leave!













domenica 19 aprile 2009

fortuna










Fortuna

(Renato Zero)


Di troppo amore si impazzisce se mai…
Se mai d’amore ti ubriacherai.

…Ride il demonio delle tue virtù,
Se scopre che a letto, il demonio, sei tu.
Come mai, godi e poi… scompari?
La verità, in una sporca bugia,
Volevi il corpo e non la mente mia!

Anche il coraggio ti può dire di no…
Io, un’abitudine, no!
Un’abitudine, no!
Io finirei…fra i sensi tuoi, mi perderei!!!
Lasciami qui! Lasciami qui! Lasciami qui!
Lasciami ai voli miei!

…Solo così, solo così, solo così…
Forse mi salverei
No, ha chi di vivere ha paura!
No, a chi amerà una volta sola!
Fortuna, c’era atmosfera!
Fortuna, fu una pazzia…Fortuna!
Fortuna io ci credevo!

...E mentre nascevo,
Io stavo morendo, ma non mi arrendevo!
Porta via l tempo, tutto quello che sa…
Quel po' di orgoglio, la mia volontà…
Catene d’oro ai desideri che ho,
per ritrovare un uomo o la sua ombra,
non so!

Io nei sensi tuoi mi perderei
Lasciami qui! Lasciami qui! Lasciami qui!
Lascia che sia così
Aspetterò, aspetterò, aspetterò…
Finché tu dirai no!

No! Se non conosci i sentimenti…
No! Se mi regali i tuoi rimpianti!
Fortuna è ridere Ancora,
Mentre tu te ne vai… Fortuna!
Fortuna? Quale fortuna!?!?
Tenersi le mani,
E giurare che poi saremmo arrivati a domani!!!

Lasciami qui!
Lasciami qui! Lasciami qui!
Magari è giusto così!!!
Un’abitudine, no! Un’abitudine No!!!
Fortuna, che tu eri vera…
Fortuna fu una pazzia. Fortuna!
Sicuro! Sicuro!!!
Io resterò ancora in piedi: lo giuro!!!
Fortuna!!!














mercoledì 15 aprile 2009

nuova immagine.........ma sempre noi








ci sono momenti nella mia vita....come credo nei momenti di tutti che si ha bisogno di farsi rappresentare dalla musica.....gli stati d'animo i sentimenti e ogni avvenimento lo si ricorda prevalentemente associandolo a un brano musicale bhe la mia vita x intero e fatta di questi accostamenti e questi due megartisti ne hanno e ne fanno parte








un grazie
un grazie speciale che comunque non basta a dire quanto sia stupenda ed alla quale devo tutto questo................. PAOLA....................... GRAZIE..........................









smackkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk












martedì 14 aprile 2009

che c'è











Che c’è

(Antonello Venditti)



Che c'è
è ritornato il sole dentro me
e l'aria è più leggera come se
tutto l'amore che cercavi adesso c'è
e non ti manca niente al mondo.

Che c'è
che bella 'sta giornata insieme a te
di lacrime e di gioia come se
tutta la vita che speravi è qui per te
e non ti manca niente al mondo.

Il tempo ci ritrova qui
ancora un'altra volta
i nostri cuori unisoni
legati un'altra volta
per te che ci fai liberi
ovunque al mondo siamo
in ogni giorno che vorrai
io griderò ti amo.

Perchè sognavo questa Roma
e Roma c'è e l'anima è leggera come se
tutto l'amore che cercavi adesso c'è
e non ti manca niente al mondo.

E il tempo ci ritrova qui
uniti un'altra volta
i nostri cuori unisoni
cantare un'altra volta
per te che ci fai liberi
ovunque al mondo siamo
in ogni giorno che vorrai
io griderò ti amo.

Che c'è
è ritornato il sole dentro me
e l'anima è più leggera come se
tutto l'amore che cercavi adesso c'è
e non ti manca niente al mondo.

Per te sognavo questa Roma e Roma c'è
e l'aria è più leggera come se
tutta la vita che speravi è qui per te
e non ti manca niente al mondo
che c'è....














domenica 12 aprile 2009

pace nel mondo













Laboratorio Convivenza Civile: la Pace

L'influenza ci ha decimati ma non ha spento la nostra voglia di fare.

Oggi nonostante il numero ridotto di alunni abbiamo deciso di affrontare il tema della pace.

Il primo step è stato un brainstorming (letteralmente: tempesta cerebrale), una tecnica di creatività di gruppo per far emergere idee volte alla risoluzione di un problema (fonte Wikipedia).

E' emerso quanto vedete scritto:



Il secondo step è stata l'indivudazione del compito in maniera concordata e con ampio margine di scelta per ciascuno: elaborare un testo dal titolo "Pace è..." utilizzando le parole trovate, ma nella forma preferita, ad esempio una lettera, una poesia, una riflessione personale o un disegno che le rappresentasse tutte:

Valentina: "Io penso che la pace sia: volersi bene.
Perchè?
Perchè se una persona vuole bene ad una altra non succedono più guerre e poi il mondo è migliore e non ci sono feriti e morti: vorrei la pace da oriente a occidente, un mondo giocondo ove ignoti son l'odio e la guerra.
Per tutta la vita per tutta la terra, io penso ad un mondo così.
Essere uniti e darci la manoessere uniti e andare lontano.

Ylenia: ciao persone di tutto il mondo, io sono Ylenia, una bambina di quinta molto lieta di incontrarvi.
Io vi farò una domanda, mi rispondete e io dico un mio parere se gradite leggerlo.
Secondo voi cosa è la pace?
Per molti conta la guerra, la rabbia, per me conta volersi bene e soprattutto andare d'accordo con le persone più care e quelle che vuoi più bene.
Nella pace c'è anche l'amore che è più forte di qualsiasi cosa, l'amore si vive senza portafoglio e supera qualsiasi cosa.
Per vivere normalmente senza guerre, bisogna donare un sorriso a tutte le persone, bisogna aiutarsi l'uno con l'altro, non odiarsi.
Puoi avere qualsiasi amico, ricco o povero non importa, perchè se aiuti gli altri gli altri aiutano te.

Carolina Massimo e Letizia: per me la pace vuol dire che le persone si vogliono bene per quello che sono, se sono brutte, chiaccherone, antipatiche ecc.
Noi pensiamo che voi che ci leggete non pensate alla guerra, ma a curare, amare, mandare gioia e felicità.
Se incontri un bambino di colore non lo devi prendere in giro, lo devi rispettare come gli altri, perchè se non ha amici ti devi fare avanti e andarci d'accordo, perchè lui per te è come un fratello come gli altri.

Martina si è espressa cosi:



E in questo disegno c'è tutto non c'è bisogno di ulteriori parole.

Solo dire che gli alunni hanno lavorato da soli.

I due docenti presenti hanno solo facilitato, sollecitato e fatto un pò da registi, nulla di più.

Queste sono le loro parole della pace.

La normalità delle loro riflessioni ci continua a stupire piacevolmente, di fronte a tante parole che vengono fuori sui bambini da tanti organi di informazione, i bambini sono spesso un passo avanti a noi.

Non ce ne rendiamo conto o siamo troppo impegnati per rifletterci.




















sabato 11 aprile 2009

...non un addio... ma solo ciao!!!!!!!!!!!!!!




vorrei dedicare questa preghiera a tutti gli amici..... ascoltandola vi pregherei di tenere gli occhi chiusi....... x rifletterci meglio











comincio a credere che il vero inferno e qui...




....l'amarezza di questi giorni, la tregua che la natura non concede, il sole ormai opaco torbido, lo stesso cielo di un'azzurro violaceo..




..lo sguardo di molti che speravano e che della stessa speranza sono ormai privi, ogni giorno e' piu' difficile andare avanti spero che finisca e finisca presto.....



.....ogni tipo di violenza deve essere condannata e questo tipo di violenza deve avere il massimo della pena..............







...........................CIAO










venerdì 10 aprile 2009

terremotati























mercoledì 8 aprile 2009

insieme si puo'










credo che spulciando nei meandri dei nostri pensieri ognuno di noi ha qualcosa da dire....... anche le catastrofi dei nostri cuori,nelle emozioni piu' intime riusciremo a capire cio' che il mondo ci voglia dire..... a volte basta poco,una piccola donazione se si parla di danaro,che puo' risolvere un problema se fatta in massa sia chiaro............ a volte basta essere se stessi................ azz non si ha bisogno di nessuno........ ma e' piu' difficile,non voglio andare contro corrente ma voglio cercare di avere lo spirito degli abbruzzesi........ x loro ora e' difficile.......... molto difficile,chiudiamo gli occhi per immaginare quanto..... ma.... ora nel propio intimo................ da soli........... noi......... ognuno di noi............. ora tu che leggi....... pensa al terromoto che c'e'........... dentro di te..........














terremoto











Terremoto Abruzzo

L’Aquila.

Mentre la terra torna a tremare per due volte, settemila uomini continuano a scavare con le mani sulle montagne di macerie: si cercano persone ancora in vita, ma ora dopo ora anche la speranza si spegne lentamente.




Le vittime dell’apocalisse abruzzese salgono a 235.

L’ultimo bollettino è un susseguirsi di cifre agghiaccianti: dei 235 morti, diciassette sono ancora senza nome, e poi c’è il capitolo “feriti”.

Sono mille, dei quali 100 in condizioni definite difficili. I dispersi sono ancora oltre 30, nomi che mancano all’appello nei 26 comuni colpiti dal sisma.




Dalle 3.32 di domenica notte, 150 persone sono state strappate alla morte, ma è una buona notizia che non cancella il dolore.

Uno strazio che anche ieri si è ripetuto ogni volta che un cadavere veniva recuperato dalle squadre di soccorso.






Ricordo per chi volesse fare un atto di solidarietà ai terremotati può elargire una donazione utilizzando:



Tim – Vodafone - Wind e 3 Italia
attivato il numero 48580 per raccogliere fondi


Ogni SMS inviato contribuira' con 1 euro interamente devoluto al Dipartimento della Protezione Civile per il soccorso e l'assistenza.


Chiamando da rete fissa il contributo è di 2 euro


Per offrire posti letto
UDU - 06/43411763
o scrivere a : organizzazione@udu.it


Per volontariato:
Protezione Civile Nazionale 06/68201


Volontariato da Pescara:
Centro operativo della Protezione Civile
presso la Prefettura di Pescara 085/2057627


Croce Rossa Italiana

Conto corrente postale n. 300004 intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma – causale pro terremoto Abruzzo - codice Iban IT24 - X076 0103 2000 0000 0300 004.

Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro - Filiale di Roma Bissolati - Tesoreria - via San Nicola da Tolentino 67 – Roma - intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma – causale pro terremoto Abruzzo - codice Iban IT66 - C010 0503 3820 0000 0218020.

E' possibile effettuare i versamenti online - attraverso il sito web della Cri all'indirizzo: http://www.cri.it/












domenica 5 aprile 2009

il cielo










Il cielo

(Renato Zero)



Quante volte,
ho guardato al cielo…
ma il mio destino è cieco… e non lo sa!

E non c'è pietà,
per chi non prega, e si convincerà…
che non è solo una macchia scura…

il cielo!

Quante volte,
avrei preso il volo…
ma le ali,
le ha bruciate già…
la mia vanità!
e la presenza di chi è andato, già…

Rubandomi, la libertà!

Il cielo!

Quanti amori
conquistano il cielo!

Perle d'oro, nell'immensità!

Qualcuna cadrà,
qualcuna invece il tempo, vincerà!

Finche avrà abbastanza stelle…

il cielo!

Quanta violenza,
sotto questo, cielo!

Un altro figlio nasce e non lo vuoi…
gli spermatozoi, l'unica forza,
tutto ciò, che hai!

Ma che uomo, sei,
se non hai…

il cielo!

il cielo!

il cielo!

il cielo!









venerdì 3 aprile 2009

ci vorrebbe un amico











Ci vorrebbe un amico

(Antonello Venditti)



Stare insieme a te è stata una partita,
va bene hai vinto tu, tutto il resto è vita.

Ma se penso che l'amore è darsi tutto dal profondo
in questa nostra storia sono io che vado a fondo.

Ci vorrebbe un amico
per poterti dimenticar,
ci vorrebbe un amico
per dimenticare il male,
ci vorrebbe un amico
qui per sempre al mio fianco,
ci vorrebbe un amico
nel dolore e nel rimpianto.

Amore, amore illogico, amore disperato,
lo vedi sto piangendo, ma io ti ho perdonato.

E se amor che a nulla ho amato,
amore, amore mio perdona
in questa notte fredda mi basta una parola.

Ci vorrebbe un amico
per poterti dimenticar,
ci vorrebbe un amico
per dimenticare il male,
ci vorrebbe un amico
qui per sempre al mio fianco,
ci vorrebbe un amico
nel dolore e nel rimpianto.

Ci vorrebbe un amico
per poterti dimenticar,
ci vorrebbe un amico
per dimenticare il male,
ci vorrebbe un amico
qui per sempre al mio fianco,
ci vorrebbe un amico
nel dolore e nel rimpianto.

Vivere con te è stata una partita
il gioco è stato duro comunque sia finita
ma sarà la notte magica o forse l'emozione
io mi ritrovo solo davanti al tuo portone.

Ci vorrebbe un amico
per poterti dimenticar,
ci vorrebbe un amico
per dimenticare il male,
ci vorrebbe un amico
qui per sempre al mio fianco,
ci vorrebbe un amico
nel dolore e nel rimpianto.


Ci vorrebbe un amico










mercoledì 1 aprile 2009

angelo














Angelo

(Francesco Renga)



Notte fonda
Senza luna
E un silenzio che mi consuma
Il tempo passa in fretta
E tutto se ne va...
preda degli eventi e dell'età
Ma questa paura per te non passa mai
Angelo, prenditi cura di lei
Lei non sa vedere al di la di quello che da
E l'ingenuità è parte di lei...
Che è parte di me
Cosa resta
Del dolore
E di preghiere, se Dio non vuole?
parole vane al vento
Ti accorgi in un momento:
Siamo soli... è questa la realta?
Ed è una paura che... non passa mai
Angelo, prenditi cura di lei
Lei non sa vedere al di la di quello che da
E tutto il dolore
Che grida dal mondo
Diventa un rumore
Che scava, profondo...
Nel silenzio di una lacrima
Lei non sa vedere al di la di quello che da
L'ingenuità è parte di lei...
Che è parte di me.













Related Posts with Thumbnails

Lettori fissi

Visualizzazioni totali

Globo